SCOPRI EAU SAUVAGE

L'eterno maschile, l'eleganza senza tempo del grande classico della profumeria maschile.

LA SAGA

1966: mentre Edmond Roudnitska rivoluziona il mondo della profumeria, creando una fragranza su misura per una generazione giovane e dinamica, un altro artista fondamentale per la storia di Dior, René Gruau, crea lo stile dell'uomo Eau Sauvage.
Con le sue linee audaci dallo humour sottile, Gruau disegna l'immagine di un uomo sensuale e raffinato, con un pizzico di impertinenza sorpreso nella sua intimità. Un personaggio unico, che definisce il tono della pubblicità Eau Sauvage fin dall'inizio.

Una vera e propria saga, che ha contribuito a costruire la sua leggenda attraverso una campagna pubblicitaria che comunica al contempo semplicità, eleganza e un pizzico di irriverenza.

Nel 2009, ispirandosi direttamente a questo retaggio, una nuova prospettiva viene a reclamare il suo spazio.
Eau Sauvage continua a sorprendere con il ritratto di una mascolinità senza tempo, in perfetta continuità con la leggenda.

Dal 2010, le immagini del film cult francese "La Piscine" di Jacques Deray (scritto da Jean-Claude Carrière e Alain Page) danno vita a questo ritratto.

Nel 2013, Eau Sauvage incarna più che mai l'eleganza senza tempo, con un nuovo visual. Con un attitudine forte e sensuale, che rispecchia l'immagine di questo grande classico della profumeria maschile.
L'evidenza di un profumo virile e raffinato. Naturalmente selvaggio (oppure "sauvage")

EAU SAUVAGE di FRANCOIS DEMACHY

Quando venne lanciato nel 1966, Eau Sauvage rivoluzionò i codici con una firma di rottura: per la prima volta, una nota floreale, l'Hedione, viene interpretata al maschile. Una scelta audace che diventerà il marchio dei profumi maschili Dior.
Eau Sauvage è diventato un mito della Parfumerie maschile. La sua scrittura olfattiva ha da sempre attratto per una particolare scelta, quella di unire semplicità a freschezza, per una firma attuale e sofisticata.

Per descrivere Eau Sauvage, riprenderei molto semplicemente la definizione di eleganza secondo Monsieur Dior: ‘un equilibrio di semplicità, attenzione, naturalezza e distinzione’

DESIGN

Caso unico nella profumeria, il design del flacone ideato da Pierre Carnin nel 1966 non è mai cambiato dal momento della sua creazione.
Il flacone è ispirato alla fiaschetta, tema eterno maschile, un oggetto dal lusso senza tempo. Concepito come una creazione Couture, il tappo riprende la forma del ditale di Monsieur Dior, mentre il vetro si illumina di raggi di luce che si riflettono come negli angoli di un drappeggio. Il flacone, oggi sovrastato da un tappo con calamita, diventa più moderno senza però sconvolgere il suo aspetto.
Impreziosito dal colore intenso e audace di Eau Sauvage Parfum - un verde potente e tenebroso – il nuovo flacone sfoggia una cintura finemente cesellata la cui raffinatezza ricorda l’eterna eleganza di uno Smoking da sera.