Scoprire Jardin de Milly-la-Forêt


Scoprire Jardin de Milly-la-Forêt

«Il bianco e il nero potrebbero bastare. Ma perché privarsi dei colori?»
Christian Dior

Milly Carnivora

Guardare il filmato

L'ISPIRAZIONE DAL GIARDINO DI MONSIEUR DIOR

Le collezioni del Jardin de Milly-la-Forêt sono un omaggio alla passione di Christian Dior per i fiori. Per tutta la sua vita, il couturier conservò l'amato ricordo della casa di famiglia dove aveva trascorso la propria infanzia, a Granville. È proprio qui, nel parco di un ettaro in cui sua madre aveva fatto realizzare un magnifico roseto, che il giovane Christian Dior si innamora dei fiori che gli ispireranno tante creazioni. Poco dopo la sua prima sfilata, Monsieur Dior acquista il mulino di Coudret, a Milly-la-Forêt, il cui giardino diventa una vera e propria oasi di pace in cui lo stilista trascorre lunghe ore a ideare nuove sistemazioni floreali con il suo giardiniere. Questo giardino unico ispira a Victoire de Castellane delle creazioni dai colori scintillanti.


DIOR JOAILLERIE, L'AMORE PER IL COLORE

La natura e l’infinita varietà di colori che la compongono hanno profondamente influenzato le creazioni di Christian Dior. Oggi, Victoire de Castellane perpetua questa eredità immaginando delle collezioni eccezionali, dai colori sfavillanti. Sublimato dalla lacca, l’oro assume una moltitudine di colori e disegna altrettanti elementi preziosi, ispirati alla flora e alla fauna del giardino di Milly-la-Forêt. Dior Joaillerie fa sbocciare delle collezioni multicolori, che sorprendono per audacia e creatività.


L'ARTE DELLA LACCA

Interamente realizzate a mano, le collezioni del Jardin de Milly-la-Forêt richiedono tutto il savoir-faire e tutta la sensibilità dei migliori artigiani gioiellieri e laccatori. Oltre che dall’oro e dalle pietre preziose, questi gioielli attingono il loro valore dalla dimensione artigianale e artistica del lavoro della lacca, antico materiale applicato con il pennello. La lacca consente di utilizzare un centinaio di colori (89 solo per la collezione Diorette) e di dare vita a creazioni allo stesso tempo ludiche e poetiche.