Christian Dior and Germany, 1947 to 1957

— Autore Adelheid Rasche — Editore Arnoldsche — Presentazione Con il lancio della prima collezione nel febbraio 1947, Christian Dior rivoluzionava la moda internazionale, rimettendone coraggiosamente in discussione i canoni tradizionali. Horst P. Horst e Willy Maywald, i più noti fotografi tedeschi, e Renato Zavagli, in arte René Gruau, il più eminente illustratore di moda dell'epoca, hanno rappresentato il New Look di Dior in maniera memorabile. Le loro pose stilizzate hanno dato il tocco finale alla silhouette fortemente voluta da Christian Dior, allora quarantaduenne, dopo il rigore e lo stile austero che avevano avvilito la moda durante gli anni del conflitto mondiale. Spalle morbide e femminili, una deliziosa vita di vespa, gonne lunghe e ampie ed eleganti accessori furono gli attributi della rinascita della moda promossa dalla Maison Dior, che apriva i battenti il 12 febbraio 1947 con il lancio della prima collezione di haute couture.
Il New Look, o Linea Corolla, come era solito chiamarla Monsieur Dior, rivisitava i giorni festosi della Belle Époque, epoca del lusso ostentato e del piacere senza rimorsi; in quegli anni, la moda era caratterizzata da un punto vita molto segnato e un eccezionale sfoggio di tessuti pregiati e cappelli a falda larga.
Oltre a caldeggiare il ritorno ai valori della classe media e ai tradizionali ruoli attribuiti ai due sessi, Dior ha restituito alle monarchie il lustro di una volta; la principessa Margaret, la regina Elisabetta II e la principessa Soraya, seconda moglie dello scià di Persia, sono solo alcune delle illustri clienti della Maison.
La follia Dior contagia persino la Germania, rapita dalle sfilate glamour presentate tra il 1949 e il 1953 e dal viaggio in pompa magna del maestro nella Germania dell'Ovest, nel 1955. Alcuni prodotti tedeschi furono venduti sotto il marchio Dior, in particolare i rinomati Gioielli Christian Dior fabbricati da Henkel & Grosse a Pforzheim. Nessun altro stilista di moda, né prima né dopo di lui, è riuscito a orientare le tendenze come ha fatto Christian Dior durante il brevissimo decennio di maturità creativa. Le signore della città facevano affidamento sullo stile impeccabile del maestro, che si è spento prematuramente il 23 ottobre 1957 in seguito a una crisi cardiaca, dopo appena dieci anni di gloria.
Un libro eccezionale sull'universo della moda e un tributo al grande couturier che ha dettato le nuove tendenze nel XX secolo.

Leggi le prime pagine