DIORMAG

26 Agosto
novità

Gli anelli Lucky Dior

L'ape, il mughetto, il quadrifoglio, la rosa, la stella, l'ovale… In omaggio alla superstizione di Christian Dior, gli anelli con sigillo Lucky Dior sono decorati con emblemi della Maison e si portano da soli o in combinazione, come veri e propri portafortuna. Scopriamoli insieme.

L'ape. "Un piccolo alveare strapieno: questa era la mia Maison quando presentai la mia prima collezione", scrive Christian Dior nelle sue memorie. Questa metafora degli atelier del numero 30 di Avenue Montaigne rievoca anche i gesti delle sarte, soprannominate "api". Coscienziose e indaffarate, lavorano per lo stilista come uno sciame. Il piccolo insetto nero e giallo firma, con un ricamo moderno ed essenziale, le collezioni Dior Homme. Oggi, l'ape si posa sull'anello con sigillo e contrasta con un’onice di un nero profondo come la forza e la vitalità che trasmette.

Il mughetto. Superstizioso, Christian Dior amava il mughetto, simbolo della felicità, che annuncia l'arrivo della primavera e della haute couture. Legato al suo profumo e alle sue corolle femminili, cuciva un ramoscello essiccato nell'orlo di ciascuno dei suoi abiti. Questo fiore, che si ritrova ricamato sulle creazioni della Maison, decora con delicatezza il quarzo rosa pallido dell'anello con sigillo che dona l'amore.

Il quadrifoglio. Il quadrifoglio accompagnava ogni giorno Monsieur Dior in un corredo di charm che teneva nella tasca del suo abito. Inseparabile da questo simbolo della fortuna, lo stilista attribuiva grande importanza agli amuleti che guidavano il suo destino. Come un amuleto, il quadrifoglio si veste di una pietra verde, l'amazzonite, che ispira fiducia.

La rosa. Tenero ricordo del suo giardino d'infanzia a Granville, la rosa rievoca l'amore che Christian Dior provava per la madre, che gli aveva trasmesso la passione per i fiori e l'eleganza femminile. Sull'anello con sigillo, la rosa è finemente disegnata su un lapislazzuli blu navy che dona la saggezza.

La stella. Come un segno del destino, una stella si è posata sul cammino del couturier nel momento in cui doveva prendere la decisione che avrebbe cambiato il corso della sua vita. Christian Dior interpreta questo "incontro" come un aiuto spirituale che lo incita a seguire la sua strada e ad aprire la sua Maison. Conservata come un portafortuna nel suo atelier, qui è associata all'occhio di tigre, una pietra scura, protettrice e solare.

L’ovale. Affascinato dall'eleganza del XVIII secolo, Monsieur Dior acquista poltroncine a medaglione per far accomodare i suoi ospiti alle sfilate. Diventato emblematico, l'ovale sormontato da un fiocco Fontanges è oggi uno dei codici della Maison. Femminile e sensuale, decora le boutique o i flaconi di profumo. Su questo gioiello, si sposa con l'eleganza prugna della fluorite, che fornisce protezione e armonia.

Le iniziali. Firma della Maison Dior, le iniziali "CD" adornano un rassicurante corallo rosso vivo. L'anello si indossa come un emblema della Maison. 

24 Agosto
novità

From Grasse with love

Segui la musa Natalie Portman nel Domaine de Manon alla scoperta dei campi di rose di Grasse, dalla raccolta fino alle confidenze di François Demachy.

La rosa di Grasse, selezionata da François Demachy per le sue sfaccettature mielate e pepate, è un omaggio alle origini di Miss Dior: l'ispirazione per il primo profumo di Christian Dior nasce da un paesaggio provenzale. Amante della Costa Azzurra molto prima di fondare la sua Maison, Monsieur Dior aveva l'abitudine di fare visita alla sorella Catherine, che coltivava fiori profumati a Callian. Poi, acquistando il castello della Colle Noire nel 1951, Christian Dior ha dato vita a un giardino dai mille profumi, fatto di mandorli, rose di maggio, ulivi e gelsomini. Oggi, le rose di Grasse vengono ripiantate nella tenuta della Colle Noire in omaggio allo stilista-profumiere. François Demachy preserva anche l'essenza di questo fiore nobile scegliendo con cura le più belle tenute della regione, la cui raccolta è riservata esclusivamente ai profumi Dior. In tal modo, perpetua la tradizione di Monsieur Dior e suggella il legame che unisce da sempre la Maison a Grasse. 

23 Agosto

Miss Dior Absolutely Blooming visto da François Demachy

François Demachy, l'inimitabile profumiere-creatore di Dior, ci svela i segreti che rendono Dior Absolutely Blooming una fragranza deliziosa e golosa.

22 Agosto
novità

Miss Dior Absolutely Blooming: la fragranza

Con Miss Dior Absolutely Blooming, François Demachy, l'inimitabile profumiere-creatore di Dior, firma una fragranza dalla composizione floreale e golosa.

M’ama, non m’ama… Absolutely! suona come un'esclamazione appassionata. Il profumiere-creatore della Maison ha cercato di tradurre questo mantra di una personalità vivace e irresistibile. "Miss Dior Absolutely Blooming è una composizione per una donna gioiosa, innamorata della vita", afferma.

Vi si ritrovano l'attrazione immediata e il bouquet floreale pieno di freschezza che contraddistinguono Blooming Bouquet. Ma Miss Dior Absolutely Blooming si distingue per il suo modo unico di sedurre, con golosità. Le sue note di testa di frutti rossi, lampone, melagrana e ribes nero ravvivate da bacche rosse sono un richiamo per i sensi che affascina all'istante, come un sorriso conturbante. Nelle note di cuore, i fiori svelano la loro sensualità: un accordo di peonia unito alla rosa damascena e alla rosa di Grasse sostenuto, sul fondo, da muschi bianchi che avvolgono tutta la composizione. "Miss Dior Absolutely Blooming si concede immediatamente", spiega François Demachy. “Un piacevole dono di cui ci si impossessa senza indugi".

21 Agosto
novità

Natalie dietro le quinte

Scopri i retroscena della campagna Miss Dior Absolutely Blooming, in cui Natalie Portman incarna una Miss Dior giocosa e sexy in un appartamento parigino. 

Più articoli