12.02 IN PRIMO PIANO

AUGURI!

IMMAGINE

Era il 12 febbraio 1947, esattamente sessantasette anni fa, quando Christian Dior, Couturier-Parfumeur, presentò la sua prima sfilata e la sua prima fragranza. Storia di una doppia rivoluzione.

Poteva essere un giorno come tutti gli altri, e invece segnò l'inizio di una rivoluzione. Il 12 febbraio 1947, nel freddo inverno che ammanta Parigi con la sua spessa coltre di neve, le signore dell'eleganza e della stampa che ogni anno giungono da ogni parte del mondo per ammirare le ultime creazioni della haute couture francese sono già partite. Christian Dior ha scelto proprio questo giorno per la sua prima sfilata. Christian Dior? Praticamente ancora uno sconosciuto. Non per tutti però: alcuni ricordano lo stile elegante delle sue illustrazioni pubblicate su alcune riviste e degli abiti disegnati per lo stilista Lucien Lelong. Il pubblico, incuriosito dall'ultimo arrivato nell'affascinante universo della haute couture, fa il proprio ingresso nei saloni del piccolo hôtel particulier al numero 30 di avenue Montaigne. Prima che la sfilata abbia inizio, gli ospiti si domandano sorpresi quale sia quel profumo che aleggia nell'aria. Note di rosa, di muschio di quercia e di chypre verde, per una leggerezza olfattiva originale, così diversa dai profumi pesanti, di moda all'epoca: è Miss Dior , quel profumo di giovinezza, d'amore e di gioia di vivere che stravolgerà l'universo della profumeria tradizionale.

In questa atmosfera profumata dalle elaborate note chypre di Miss Dior, gli ospiti al 30 di avenue Montaigne hanno un'altra sorpresa non appena le modelle entrano nei saloni sfilando con i primi modelli. Non c'è traccia del rigore e dell'austerità che caratterizzano la moda del secondo dopoguerra. Giacche quadrate e gonne corte e dritte non trovano posto nell'arte raffinata di Monsieur Dior. Anzi, le silhouette sfoggiano proporzioni opulente che sottolineano le curve femminili con estrema sensualità."Ho disegnato donne-fiore, spalle delicate, busti ampi, vite strette come liane e gonne larghe come corolle" , ricorda spesso lo stilista nella sua autobiografia. Quel giorno, con un gesto inaugurale che suggellò il sodalizio vincente tra alta moda e alta profumeria, Christian Dior stravolse per sempre l'universo del lusso ridefinendo l'essenza della femminilità, sotto l'egida dell'audacia creativa che ancora oggi, sessantasette anni dopo, anima la Maison.

ALTRI MEDIA

PRESENTE IN : IN PRIMO PIANO