28.07 DIOR NEL MONDO

OMAGGIO A CHRISTIAN DIOR, PARIGI

IMMAGINE

Per questa prima tappa della saga estiva, andiamo a ritroso nel tempo fino al 19 marzo 1987, quando tutta Parigi si dava appuntamento al Museo delle Arti della Moda, oggi Museo delle Arti Decorative, per l’inaugurazione della mostra Hommage à Christian Dior, 1947-1957 , la prima dedicata allo stilista.

Quarant’anni dopo la sfilata del New Look  del 12 febbraio 1947, in cui Christian Dior presentava le sue prime due linee, Corolle  e En 8, nelle sale ornate di fiori del numero 30 di avenue Montaigne a Parigi, il Museo delle Arti della Moda rendeva omaggio, per la prima volta, al celebre couturier. L’esposizione contava più di centocinquantaquattro modelli e trecento documenti esposti su cinque piani, allo scopo di offrire una prospettiva unica sulle origini della Maison. La mostra si apriva sulla giovinezza di Dior a Granville, sulla sua vita di artista, sugli anni da gallerista e sugli incontri più significativi. Tra i numerosi scatti in bianco e nero, alcuni lo immortalavano sulla scalinata del numero 30 di avenue Montaigne, in compagnia di Mitzah Bricard, Raymonde Zehnacker e Marguerite Carré, il « suo stato maggiore di gran classe », come amava definirli; in altri appariva pensieroso al balcone del leggendario hôtel particulier o intento ad osservare i propri schizzi. Successivamente, eccolo travestito da leone per il « ballo dei re », organizzato nel 1949 dal conte Etienne de Beaumont, o ancora in compagnia di alcune clienti e amiche famose come Olivia de Havilland, Ava Gardner o Marlene Dietrich.

Attraverso le immagini delle indossatrici fotografate nelle strade di Parigi o durante le prove, i nomi delle linee evocavano slogan impattanti e trasportavano il pubblico con grazia verso le singole presentazioni: Libre, Fuseau, A, Verticale , Milieu du Siècle… Alcune foto rivelavano con precisione i particolari dei ricami, come le delicate margheritine dell’abito Vilmorin della linea Sinueuse, creata dallo stilista nel 1952 in omaggio al catalogo del semenziere preferito della sua infanzia. La mostra documentava l’amore di Dior per i fiori e il suo desiderio di rendere le donne sempre più belle ed eleganti.

Saga estiva: Dior e l'arte, sguardi incrociati - Le grandi mostre, episodio 1

© SARL René Gruau: Affiche de l'UCAD

ALTRI MEDIA

PRESENTE IN : DIOR NEL MONDO