DIORMAG | DIORMAG

22 Gennaio
Sfilate

Scenografia

Mix di riferimenti a Monsieur Dior e alla cultura hardcore, l'ambientazione della sfilata inverno 2017 di Dior Homme richiama questa collezione ricca di paradossi.

  • ©

    Adrien Dirand

  • ©

    Adrien Dirand

  • ©

    Adrien Dirand

  • ©

    Adrien Dirand

Come in un rave party, gli uomini Dior dell'inverno 2017 hanno sfilato sotto un soffitto di bandierine illuminato da faretti multicolori, camminando su un pavimento interamente ricoperto di cartoni. Un'estetica semplice e festosa in cui si ritrova l'eredità della Maison Dior: lo scotch colorato e stampato "Hardior" che punteggia il pavimento disegna i motivi di un parquet a punto d'Ungheria, mentre tra le bandierine e dietro le alte gradinate dove siedono gli ospiti, si scorgono le modanature grigio Trianon e bianco del salone in cui si svolge la sfilata, omaggio alla decorazione scelta da Christian Dior per adornare il numero 30 di Avenue Montaigne.

22 Gennaio
Sfilate

VIP

  • Asap Rocky, Kris Van Assche, Boy George et Rami Malek

  • Ali Hewson et Bono

  • Anton Corbijn et Nimi Ponnudurai

  • Dan Witz

  • Hiroomi Tosaka

  • Kai Wang

  • Kris Van Assche et Woodkid

  • Lambert Wilson

  • Lewis Hamilton

  • Marisa Berenson

  • Natasha Andrews et Pierre Niney

  • Paris Jackson

22 Gennaio
Sfilate

Rave in Dior

Ieri, al Grand Palais di Parigi, Kris Van Assche ha presentato la sua collezione Dior Homme Inverno 2017. Resoconto.

Un immenso salone dalle modanature grigie e bianche, visibili in trasparenza sotto un controsoffitto di bandierine. Cartoni da trasloco, aperti a terra, sembrano proteggere un parquet troppo prezioso, come se stesse per svolgersi un rave party. Il nuovo luogo scelto da Kris Van Assche per accogliere la sua sfilata Dior Homme Inverno 2017 rispecchia la collezione: un Dior molto Dior, rivisitato in chiave street style. Uno stile Dior puro e schietto che disegna un'allure nuova, hardcore e "hardior", secondo il gioco di parole inventato dal Direttore Artistico per definire queste silhouette che giocano volentieri sui paradossi e sui mix di generi.

"Amo che le persone abbiano delle aspettative e restino sorprese", svela Kris Van Assche. Se i primi look della collezione proseguono naturalmente la storia dell'ultima sfilata, con il loro caleidoscopio di nero, rosso e bianco influenzato dalla New Wave, propongono al tempo stesso una nuova interpretazione dell'abito maschile: la parte superiore, solitamente atletica in Dior Homme, è stavolta aderente senza perdere il comfort grazie a un taglio rivisitato delle maniche. Questa giacca aderente contrasta con un pantalone d'ispirazione streetwear, dalla linea loose e corta sulle caviglie. E all'improvviso, colori elettrici e riferimenti legati all'adolescenza animano le silhouette in modo inatteso. Gli abiti si indossano sotto una maglia a coste larghe in stile cocooning, e i guanti in pelle, omaggio a Monsieur Dior, sono declinati in colori vivaci. Colli e cappotti sono aerografati in arancio, verde o blu. Sulle giacche, linee verticali che riproducono i tratti di costruzione dell'intelaiatura si fondono con ricami sfilacciati multicolori. I pullover sfoggiano il ritratto di Christian Dior, associato a frasi come "they should let us rave" in uno spirito punk molto Sex Pistols. Gli accessori continuano a mescolare i codici, che si accostano e si fondono. La collana amuleto dell'ultima stagione è diventata un portachiavi, in cui sono appesi alla rinfusa un charm a forma di Teddy Bear - riferimento ai Candy Boy - e un nastro con la scritta "Hardior"; le calzature mescolano cinturini ispirati allo stile gotico, le suole bianche delle sneaker e la tradizionale pelle nera, mentre un "Hardior" in pelle lussuosamente impunturata adorna una borsa in nylon… Vero e proprio culmine della collezione, le creazioni che riprendono l'opera Mosh Pit dell'artista Dan Witz sembrano riconciliare tutti questi paradossi: su giubbotti, abiti e borse, scene di pogo tra giovani rievocano questo incontro in cui le sottoculture di ogni tipo, i ricordi dell'adolescenza e l'eredità di Christian Dior si mescolano in uno scontro pieno di un'incredibile energia.

22 Gennaio
Sfilate

Tutti i look della sfilata

21 Gennaio
Sfilate

Gli uomini Dior dell'inverno 2017

©

Paolo Roversi for Dior Homme

21 Gennaio
Sfilate

INVITO

20 Gennaio
Sfilate

Negli atelier

Le mani sono esperte, i gesti precisi; negli atelier Dior Homme, a pochi passi dal numero 30 di Avenue Montaigne, i sarti costruiscono le silhouette contemporanee, immaginate da Kris Van Assche, che sfileranno domani.

Più articoli