Dior Homme e BMX | DIORMAG

09 Dicembre
eventi

Il pop-up store Tarot di rue Saint-Honoré

La Maison Dior annuncia l’apertura di un nuovo pop-up store al 386 di rue Saint Honoré, nel primo arrondissement di Parigi. Questo nuovo spazio, il cui concept architettonico riprende quello del numero 44 di Avenue Montaigne, accoglie una collezione esclusiva ispirata alla sfilata Crociera. Maria Grazia Chiuri, Direttrice Artistica delle linee femminili, ha immaginato una collezione ispirata ai tarocchi Motherpeace creati da Karen Vogel e Vicki Noble negli anni ‘70, declinati su numerose creazioni: biker, T-shirt o ancora sull’iconica borsa Lady Dior che qui si ritrova dipinta a mano. Per celebrare l’apertura di questo nuovo scrigno, Maria Grazia Chiuri ha anche creato in esclusiva una serie di sei shopping bag in pelle dipinte a mano.

  • ©

    Raphaël Dautigny

  • ©

    Raphaël Dautigny

  • ©

    Raphaël Dautigny

  • ©

    Raphaël Dautigny

  • ©

    Raphaël Dautigny

  • ©

    Raphaël Dautigny

  • ©

    Raphaël Dautigny

  • ©

    Raphaël Dautigny

08 Dicembre
eventi

Celebrità in Dior alla serata Dior Homme e GQ

Ieri sera, a Los Angeles, Dior Homme ha organizzato insieme a GQ una cena privata in occasione della serata annuale Men of the Year della celebre rivista maschile. Il volto della Maison Robert Pattinson ha preso parte alla serata insieme a tante altre celebrità tra cui John Legend e Sebastian Stan.

07 Dicembre
novità

Dior Homme e BMX

Kris Van Assche, Direttore Artistico di Dior Homme, ha immaginato con il marchio francese Bogarde una BMX in edizione limitata. Messa in scena dal fotografo Patrick Demarchelier, questa creazione è la prima di una serie esclusiva di tre biciclette.

  • ©

    Patrick Demarchelier for Dior Homme 

  • ©

    Patrick Demarchelier for Dior Homme 

Dior Homme e il marchio Bogarde, specialista francese di BMX, si uniscono per una collaborazione composta da tre biciclette di cui la prima è disponibile in settanta esemplari numerati. Riprendendo le dimensioni delle due ruote da cross, questa creazione esclusiva dalla finitura cromata richiama i codici Dior Homme con dettagli in nero e rosso e un’ape incisa sulle impugnature. Fabbricata in Francia, questa bicicletta presenta anche dettagli in pelle che sfoggiano la firma “Dior” e realizzati dalla Maison in Italia.

06 Dicembre
novità

La Lady Dior vista da David Wiseman

Con sede a Los Angeles, David Wiseman trova la sua ispirazione nella bellezza della natura per realizzare ceramiche, installazioni e oggetti. Dopo aver collaborato con la Maison scolpendo campanellini di mughetto per le boutique di Shanghai, Tokyo e New York, ha immaginato due creazioni nel quadro del progetto Dior Lady Art. La borsa grande, completamente trasparente, è stata realizzata in pelle traforata e rappresenta una notevole prodezza tecnica. Sulla borsa media, il grigio Dior e le tecniche tradizionali di realizzazione della Lady Dior si associano a charm unici, adornati da mughetto in porcellana e ottone. 

©

Mark Peckmezian

06 Dicembre
novità

L’intervista a Spencer Sweeney

06 Dicembre
novità

La Lady Dior vista da Spencer Sweeney

Con sede a New York, Spencer Sweeney è al tempo stesso artista visivo, ma anche performer, musicista, produttore di teatro musicale sperimentale e cintura nera di Aikido. I numerosi talenti emergono nelle sue opere, che esprimono un perpetuo desiderio di movimento e di rivoluzione estetica. Per il progetto Dior Lady Art, ha creato due borse, ognuna dal design unico, in cui si riconoscono visi, impronte di mani e un occhio. Opere che sembrano "incompiute", in modo che il proprietario abbia l'impressione di partecipare al processo creativo indossandole giorno dopo giorno.

  • ©

    Mark Peckmezian

  • ©

    Mark Peckmezian

  • ©

    Mark Peckmezian

06 Dicembre
novità

La Lady Dior vista da Jamilla Okubo

Nata nel 1993 e diplomata presso la Parsons The New School For Design di New York, è tra gli artisti più giovani a essere stati invitati a partecipare al progetto Dior Lady Art. Ispirandosi alle sue origini kenyote, Jamilla Okubo si impegna a fornire un nuovo punto di vista sulla diaspora africana. Le sue tre borse Lady Dior sono state particolarmente complesse da realizzare: mescolando perle in stile africano, cristalli e tecniche di ricamo tipiche della haute couture Dior, rievocano un dialogo tra la cultura kenyota e la tradizione parigina.

  • ©

    Mark Peckmezian

Più articoli