DiorColorQuake | DIORMAG

03 Marzo
Sfilate

Spirito libero

Sotto gli abiti a fiori, le gonne patchwork o i pantaloni ispirati a quelli da completo maschile, le modelle indossano zoccoli o stivali da motociclista. Liberi dai codici, gli abbinamenti giocano sui contrasti.

  • ©

    Morgan O'Donovan

  • ©

    Morgan O'Donovan

  • ©

    Morgan O'Donovan

03 Marzo
Sfilate

Vitalità

L’iconica Saddle, comparsa per la prima volta nella collezione prêt-à-porter primavera-estate 2000, è qui rivisitata in due formati, tutta in pelle e in tela Oblique, con una tracolla etnica ravvivata da frange e dettagli in metallo. Uno dei modelli è ornato da nove ricami finemente perlati, interamente realizzati a mano con disegni dai colori vivaci e contrastanti. Anche la Lady Dior è stata reinterpretata in una versione ricamata di perle colorate. Il patchwork, in pelle e daino di diverse tonalità, si ritrova pure sulle borse cabas e sulle pochette.

©

Morgan O'Donovan

03 Marzo
Sfilate

DiorColorQuake

Indossati da tutte le modelle della sfilata e ispirati ai modelli faro degli anni ‘70, questi grandi occhiali quadrati esprimono uno stile definito. Un look inimitabile. La loro silhouette piatta ed essenziale, simile ad una maschera di vetro monocromo, si declina in diversi colori vivaci: giallo, blu, verde, rosa… Il nome DiorColorQuake fa riferimento agli Youthquakers, termine coniato da Diana Vreeland, allora redattrice capo di Vogue US, per definire la nuova energia emanata dai giovani dell’epoca.

©

Morgan O'Donovan

02 Marzo
Sfilate

Nel backstage del make-up

02 Marzo
Sfilate

Intervista a Peter Philips

Peter Philips, Direttore creativo e dell'immagine del Make-Up Dior, svela le sue fonti di ispirazione e ci parla del beauty-look immaginato per questa sfilata.

02 Marzo
Sfilate

Sguardo deciso

Per la sfilata Prêt-à-Porter Autunno-Inverno 2018-2019 della Maison, Peter Philips, Direttore creativo e dell'immagine del Make-Up Dior, ha immaginato un beauty look audace.

Ho voluto creare uno sguardo in cui il colore è protagonista e gioca con le tonalità degli occhiali da sole, onnipresenti in questa collezione”, spiega Peter Philips.
Lo sguardo è incorniciato da due tratti grafici di eyeliner, lungo la rima ciliare e la palpebra superiore e inferiore, di colore saturo. Verde, giallo, rosso, rosa, blu o grigio: è stata utilizzata una varietà di nuance del nuovo Diorshow On Stage Liner per abbinarsi alla tonalità di ogni paio di DiorColorQuake. Le sopracciglia sono delicatamente ridisegnate grazie a Diorshow Brow Styler.
L’incarnato è luminoso grazie al siero Capture Youth Glow Booster applicato come base, e poi uniformato con Diorskin Forever Undercover, che offre un’ampia palette di tonalità assicurando un finish molto naturale. Le labbra sono idratate e rimpolpate con Dior Addict Lip Maximizer. I capelli, ondulati o lisci, sono raccolti di lato e valorizzano i berretti di questa collezione.
 

Occhi:
Diorshow On Stage Liner
Diorshow Brow Styler
Diorshow Bold Brow.

Incarnato:
Capture Youth Glow Booster
Diorskin Forever Undercover
Diorskin Forever Undercover Concealer
Diorskin Mineral Nude Bronze o Glow

Labbra:
Dior Addict Lip Maximizer

Mani:
Base Coat Abricot
Gel Coat

01 Marzo
Sfilate

Street-style

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

  • ©

    Adam Katz Sinding

Più articoli