LA CAMPAGNA DIOR HOMME ESTATE 2018 | DIORMAG

12 Gennaio

Let’s Glow, girls !

Pink, Raspberry, Coral, Lilac, Ultrapink, Berry… Dior Lip Glow si reinventa in una moltitudine di nuance per altrettante personalità. Accompagnata dal suo gruppo di amiche, la sua “glow squad”, Bella Hadid ci trasporta nell’effervescente atmosfera delle sfilate. Insieme esplorano i nuovi finish e le nuance del balsamo labbra Dior Lip Glow.

12 Gennaio
novità

Bella backstage

Nacido en medio del frenesí de los bastidores de los desfiles de la Maison, el bálsamo Dior Lip Glow ha seducido a los make-up artists por sus tonos únicos, pero también por su utilización. Ofrece “una aplicación simple e intuitiva, gracias a la cual se puede prescindir del espejo”, afirma Peter Philips, Director de Creación e Imagen del Maquillaje de Dior. Este indispensable de los desfiles, que se ha convertido en un producto emblemático de la línea Backstage Pros, se adapta a todas las ocasiones con sus nuevos acabados y tonos.

©

Cass Bird

Nato nell’effervescenza dei backstage delle sfilate della Maison, il balsamo Dior Lip Glow ha saputo sedurre i make-up artist con le sue nuance uniche ma anche con il suo utilizzo. Offre “una semplicità d’applicazione intuitiva che consente di fare a meno dello specchio”, afferma al riguardo Peter Philips, Direttore creativo e dell'immagine del Make-Up Dior. Questo must-have delle sfilate, diventato un prodotto emblematico della linea Backstage Pros, si presta a tutte le occasioni con i suoi nuovi finish e tonalità.

11 Gennaio
novità

LA CAMPAGNA DIOR HOMME ESTATE 2018

Per la campagna estate 2018, Kris Van Assche svela i nuovi volti Dior Homme, fotografati da David Sims, in collaborazione con lo stilista Mauricio Nardi. 

La collezione, che celebra il decimo anniversario del creatore in qualità di Direttore Artistico di Dior Homme, mette in evidenza tutto il savoir-faire degli atelier del numero 3 di rue de Marignan a Parigi. Il tailoring tradizionale si fonde con dettagli “college”, come per illustrare il passaggio dall'adolescenza all’età adulta.

Accostando i ritratti dei due componenti dei Pet Shop Boys, Neil Tennant e Chris Lowe, del giovane attore americano Charlie Plummer e delle new faces Andreas Wolf, Henry Rausch e Anton Jaeger, le immagini della campagna esprimono un romanticismo nostalgico, sottolineato dal motivo delle rose. I fiori preferiti di Christian Dior creano tocchi di colore rosso sui ritratti in bianco e nero, creando un’atmosfera cinematografica.

Le diverse personalità che prestano il proprio volto alla campagna riflettono questa collezione dalle mille sfaccettature. Così, il tailoring sfoggiato da Neil Tennant contrasta con l’allure informale di Chris Lowe, in bomber e berretto, mentre Charlie Plummer incarna uno stile più classico con un vestito in grain de poudre sdrammatizzato da un paio di sneaker e da una cravatta-nastro Atelier Dior Homme. I tre modelli indossano i capi emblematici della stagione, pantaloni larghi, camicie senza maniche e pantaloncini tailleur, nonché alcune creazioni frutto della collaborazione esclusiva con l’artista francese François Bard. 

10 Gennaio
Patrimonio

L’ARTE DEL COLORE – IL ROSA

Per Christian Dior, è “il più delicato tra i colori, quello della gioia e della femminilità”. Rosa come il suo fiore preferito, rosa come la facciata della sua casa d’infanzia a Granville, in Normandia. Focus su questa tonalità che ha ispirato Peter Philips per il beauty look della primavera, Glow Addict.

©

Laziz Hamani (Left)

Per Christian Dior, “ogni donna dovrebbe avere un po’ di rosa nel proprio guardaroba”. Così, sia d’inverno che d'estate, questo colore occupa un posto di rilievo nelle sue creazioni. Sin dalla sua prima collezione, presentata il 12 febbraio 1947 e ribattezzata New Look, lo stilista osa un luminoso “rose porcelaine” , declinato successivamente nei toni “soupir”, “français”, “boréal”, “crépuscule”, o ancora “nuage pâle”. A ogni nuova stagione, Christian Dior cerca “le macchie di colore che domani animeranno le strade”, attingendo dai suoi amati fiori le nuance delle peonie o delle rose. Così, il rossetto Rouge Dior, lanciato nel 1953, è rapidamente disponibile nelle sue varianti rosa. Poi, nel 1969, per la prima linea completa di make-up Dior, Explosion de Couleurs, Serge Lutens celebra un fucsia audace.

Seducente ed elegante al tempo stesso, il rosa non ha mai smesso di ispirare le creazioni della Maison. La Direttrice Artistica Maria Grazia Chiuri svela il lato romantico di questo colore attraverso vaporosi abiti da ballo ornati di fiori in tessuto, oppure ne reinterpreta il carattere deciso nelle nuance vivaci della collezione Prêt-à-Porter Primavera-Estate 2018. Oggi, il colore preferito di Christian Dior ispira anche Peter Philips, Direttore creativo e dell'immagine del Make-Up Dior, per la sua collezione Glow Addict. In questo look in cui Philips esplora, citando le sue testuali parole, “il colore della femminilità in tutta la sua ambivalenza”, si ritrovano delle sfumature nude e raffinate, che richiamano il tulle, tanto caro a Maria Grazia Chiuri, ma anche delle tonalità pop, che firmano una bellezza audace.

10 Gennaio
novità

L’intervista a Peter Philips

Durante lo shooting, Peter Philips ripercorre le ispirazioni del make-up look Glow Addict e svela la sua visione del rosa in Dior.

09 Gennaio
novità

Palette di rosa

Fucsia, nude, malva, pastello, il rosa si esprime in tutte le sue nuance attraverso il look Glow Addict immaginato da Peter Philips, Direttore creativo e dell'immagine del Make-Up Dior. In un beauty look romantico oppure elettrico, questo colore caro alla Maison rivela la modella Frederikke Sofie sotto una nuova luce.

09 Gennaio
novità

Il look Glow Addict

Peter Philips, Direttore creativo e dell'immagine del Make-Up Dior, ha immaginato per la primavera Glow Addict, un look incentrato sul rosa da realizzare con vari nuovi prodotti della Maison.

Rivisitando per il beauty look Glow Addict una delle tonalità preferite da Christian Dior, il rosa, Peter Philips definisce una bellezza femminile e anticonformista. Il Direttore creativo gioca con le texture e le varie sfumature di questo colore, rivelando l’ampiezza della sua palette.

Con il balsamo Dior Addict Lip Glow, le labbra sono nutrite nonché ravvivate grazie alle nuance Ultra-Pink per un rosa deciso, Holo Pink e il suo effetto glitter, o Matte Raspberry dal colore sofisticato. Intensificando il rosa naturale delle labbra, questo balsamo su misura reagisce al loro grado di idratazione e le ravviva dall’interno per un effetto naturale e luminoso. Come tocco finale, le numerose tonalità del rossetto Rouge Dior, dal beige delicato al lampone splendente, giocano sui diversi toni del rosa per caricare il look, romantico o elettrico che sia. Dal canto loro, i rossetti Rouge Dior Liquid, dai finish vibranti e dal colore intenso, vestono la bocca di un rosa satinato con la nuance Sweet Satin o di un fucsia vellutato con Sassy Matte.

Anche la palette 5 Couleurs esprime la pluralità di questo colore, nelle sue due versioni in edizione limitata, Flirt e Thrill. Si tratta di “spingere sul rosa senza cadere nel troppo girly o nella volgarità, coltivare le sue sfaccettature audaci, tenui, sensoriali, come fossero tanti piccoli fiori, sbocciati in ciascuna delle armonie della palette 5 Couleurs” , spiega Peter Philips. Queste due edizioni primaverili, dal motivo che rievoca il tulle e il plissé dei tessuti delle collezioni Dior, abbinano le nuance satinate a una tonalità intensa che consente di definire lo sguardo.

Come la palette 5 Couleurs, anche la polvere Diorskin Nude Air Luminizer rivela un motivo inedito, simile a un ricamo. Leggere e delicate, le edizioni Holo Pink dai toni freddi e Holo Gold dalle tonalità più calde si fondono con la pelle per catturare la luce e ravvivare i rilievi del viso con infinite sfumature.

Più articoli