Sfilata Haute Couture Autunno-Inverno 2021-2022

Sfilata online il 5 luglio alle 14:30 CEST

Riappropriarsi dei valori dell’haute couture, a ridosso di quel segmento di vita rarefatta nel corso del quale le collezioni Dior ideate da Maria Grazia Chiuri sono state svelate principalmente attraverso il cinema.La materialità del tessuto diventa forma, il linguaggio sovversivo del ricamo si esprime attraverso un progetto che diventa azione performativa. 

Looks

03 / 75

Chambre de soie

  • L’opera che ha fatto da sfondo alla sfilata di haute couture Dior Autunno-Inverno 2021-2022, realizzata dall’artista francese Eva Jospin appositamente per l’evento, sarà esposta nel cuore del Museo Rodin di Parigi. Una monumentale installazione a metà strada fra arte e haute couture, che celebra la maestria artigianale e le culture del mondo.

    Per saperne di più

Fonti d’ispirazione

  • La collezione di Haute Couture Autunno-Inverno 2021-2022 di Dior è un omaggio ai legami esistenti tra architettura, natura e tessuti. Una visione grafica della couture.

    ©Inès Manai

    Per saperne di più

I tocchi finali

  • Accessori irresistibili arricchiscono i look, completando i modelli creati da Maria Grazia Chiuri per Dior con un mix di eleganza e audacia.

    ©Inès Manai

    Per saperne di più

Una spettacolare maestria

  • Dal filo al tessuto, dalla struttura al materiale, Maria Grazia Chiuri ripensa la moda nella sua interezza. Questo moderno tributo, dedicato a ogni forma di creazione, celebra la maestria artigianale nella sua più spettacolare espressione, oggi più vitale che mai.

    ©Sophie Carre   ©Maison Lemarié

    Per saperne di più

Da Palazzo Colonna a Chambre de soie

  • Durante il suo soggiorno presso Villa Medici a Roma, Eva Jospin ha visitato anche Palazzo Colonna, dove ha potuto ammirare la Sala dei ricami, che, come suggerisce il nome, è adornata da tappezzerie ricamate che rivestono interamente le pareti dal pavimento al soffitto. È stato proprio questo straordinario ambiente a ispirare la creazione di Chambre de soie.

    ©Edoardo Winspeare