I pop-up store e i concept store Dioriviera

Sin dalle sue prime gite in Provenza, Christian Dior si innamorò perdutamente dei colori e degli splendidi paesaggi della regione francese. Un luogo bucolico rappresentato perfettamente dalla capsule collection Dioriviera di Maria Grazia Chiuri, che richiama il dolce vivere a cui lo stilista era enormemente affezionato. 

Per questa stagione, la Direttrice creativa continua a coltivare questo affascinante concetto di viaggio attraverso creazioni che rivisitano i classici simboli della Maison; ne è un esempio l’immancabile Toile de Jouy, riproposto in una nuova versione illuminata da una delicata palette cromatica. Toile de Jouy Sauvage è il nome di questa incantevole versione trasposta su iconiche borse come la Lady D-Lite e la Dior Book Tote, nonché su calzature, accessori e persino sulle creazioni Dior Maison, immaginate come un’estensione del guardaroba estivo.

Nel corso dell’estate, i meravigliosi capolavori della collezione saranno presentati attraverso una serie di eventi temporanei in tutto il mondo. Beverly Hills, Saint-Tropez, Bali, Seoul, Phuket, Kyoto e Capri sono solo alcune delle idilliache destinazioni che ospiteranno spettacolari installazioni scolpite, almeno in apparenza, sulla sabbia e ornate da rigogliose decorazioni botaniche in rilievo. 

Nel cuore di questa giungla immaginaria, gli animali selvatici che compaiono nell’emblematico Toile de Jouy prenderanno vita attraverso opere a grandezza reale. La magia del sogno Dior torna a risplendere ancora una volta in un tributo alla seduzione dei viaggi.