Looks Autumn-Winter Collection

Volumi architettonici

Proseguendo la sua riflessione sulle fondamenta e l’essenza della couture, dalla struttura del tessuto al taglio, per questa collezione Maria Grazia Chiuri ha creato silhouette architettoniche con volumi inediti. La Direttrice artistica ha ripensato le tradizionali linee di costruzione, accostando forme, materiali e colori diversi.

    Poesia couture

    Per la collezione di Haute Couture Autunno-Inverno 2021-2022 di Dior, la maglieria si trasforma in delicati capi in mesh, mentre gli intrecci servono come dettaglio strutturale chiave per assemblare le diverse parti degli abiti. Come in un sogno, le plissettature sono proposte in nuove raffinate sfumature o integrate nella costruzione stessa dell’abito, grazie a un processo ispirato alle tecniche di lavorazione delle ceste. Dettagli poetici, espressioni di una maestria virtuosa.

      Storie di intrecci

      Una serie di look caratterizzati da preziosi patchwork che uniscono raso e velluto a motivi in rilievo è illuminata da fiori: un omaggio a Catherine Dior, figura carismatica ed eroina che ha affermato la sua identità proprio attraverso la coltivazione dei fiori. Il patchwork è anche un simbolo di solidarietà che unisce donne dai trascorsi più svariati: dalle suffragette, che con questa tecnica creavano i cartelli usati nelle loro proteste, ai circoli delle donne danesi, che confezionavano “gonne della liberazione” con scampoli di tessuti a fiori. Look che incarnano la libertà.

        Danza aerea

        Questa collezione Dior rende un sentito omaggio all’arte della plumasserie. Punteggiando il tweed o irresistibili total look in colori vivaci a contrasto, le piume donano una nota di audacia alle silhouette, fluttuando al ritmo del passo delle modelle, leggere come l’aria.

          Belle de jour

          Per la collezione Haute Couture Autunno-Inverno 2021-2022 di Dior, Maria Grazia Chiuri dà vita a un guardaroba da giorno in cui a farla da padrone è la contemporaneità. I tessuti maschili più cari a Monsieur Dior donano struttura a cappotti doppi, mantelle e gonne a vita alta, creando look dalle linee scultoree. Intessuto a mano in maglie ricamate o impreziosito da piume, il tweed rinasce in una versione couture, svelando una palette di bianchi, neri e grigi: tonalità sobrie, essenziali e naturali che esaltano l’arte della costruzione.

            ©Christina Fragkou