Indietro
Christian Dior (1905-57), Abito da sera Fête joyeuse, Haute Couture. Primavera/Estate 1955, A Line. Foto © Laziz Hamani. Victoria and Albert Museum, Londra

Rievocando le affinità che da sempre uniscono la Maison al Regno Unito, la sezione della mostra dedicata al fascino che la cultura e l’eleganza britannica esercitavano su Christian Dior introduce le numerose passioni dello stilista (il Settecento, lo stile Belle Epoque, i fiori e i giardini), che allora cadenzavano le sue collezioni e che oggi continuano a ispirare i suoi successori. Alla ricchezza creativa di questi ultimi è consacrato uno spazio, che sottolinea l’unicità degli stili di Yves Saint Laurent, Marc Bohan, Gianfranco Ferré, John Galliano, Raf Simons e Maria Grazia Chiuri. Omaggio cromatico all’arte del colore secondo Dior, accessori, cappelli, borse, illustrazioni, abiti in miniatura, rossetti o ancora fragranze emblematiche formano insieme una tavolozza di tonalità care a Christian Dior e arricchiscono questo appassionante incontro con l’universo della Maison. A coronamento di questa esplorazione immersiva, un’area chiusa battezzata “the Salon” presenta il fasto delle serate mondane, illustrato da abiti spettacolari, testimoni del virtuosismo e del savoir-faire d’eccellenza degli atelier di Haute Couture Dior.